Sterilizzare gli strumenti in un centro estetico

Essenziale, per ogni centro estetico, è la sterilizzazione degli strumenti.
Si tratta infatti di un’attività che va fatta obbligatoriamente per legge e viene effettuata anche attraverso una macchina ideale per igienizzare: l’autoclave.

I rischi di infezione all’interno dei centri estetici sono piuttosto alti anche se, grazie ad un sistema consolidato di normative, l’attenzione nell’uso degli strumenti è sempre molto alta e la salute dei clienti viene tutelata attraverso le giuste misure. Oltre ai pazienti del centro estetico, naturalmente anche gli estetisti sono figure che rischiano durante i trattamenti. Ecco perché la sterilizzazione è davvero fondamentale.

Se si vuole sterilizzare nel modo corretto ci sono alcune procedure e passaggi che è necessario rispettare. Andiamo a riassumerli.

  1. La disinfezione, che serve ad abbattere la carica batterica di pinzette, aghi, lame e tutto ciò che viene a contatto con la pelle.
  2. La detersione in ultrasuoni.
  3. L’asciugatura, con strumenti manuali, attraverso l’ausilio di guanti protettivi in modo da evitare di tagliarsi o di pungersi.
    Asciugare è necessario, non è possibile imbustare lo strumento bagnato, altrimenti si aumentano le possibilità di corrosione e ossidazione, rovinandolo.
  4. Il confezionamento: si possono utilizzare apposite buste sigillanti. Questa operazione consente di mantenere gli strumenti correttamente sterilizzati per almeno 30 giorni. Le buste devono poi essere sottoposte all’ultima fase del processo, ovvero l’inserimento in autoclave.

Sterilizzare gli strumenti in un centro estetico

La sterilizzazione in autoclave

L’autoclave, come abbiamo detto, è un macchinario che è presente in molti centri estetici. Il nostro shop mette a disposizione degli operatori varie tipologie di autoclave con differenti capienze: 6, 8, 12 e 18 litri.
In questo articolo ci stiamo occupando della sterilizzazione in centri estetici, ma l’autoclave è quasi sempre presente anche all’interno dei poliambulatori e centri medici, nonché presso dentisti e odontotecnici.
Si tratta di uno strumento che consente la sterilizzazione al 100% di tutti i materiali.

Come funziona l’autoclave?

La sterilizzazione in autoclave avviene attraverso il vapore, che deve essere saturo (ci deve essere equilibrio tra temperatura e pressione) per poter arrivare a tutte le superfici degli strumenti diffondendo uniformemente il calore a 134°. È proprio questo calore che consente di sterilizzare.

La fase della sterilizzazione in autoclave ha il compito di rendere inattivi praticamente tutti i microorganismi (comprese le spore) rimasti presenti dopo le fasi di lavaggio e disinfezione. Solitamente le autoclavi utilizzate nei centri estetici sono di tipo B, come quelle che puoi trovare nel catalogo di Estetika Shop.